Previous page | 1 | Next page
Facebook  

Salmo responsoriale, offertorio e acclamazione dopo le letture

Last Update: 8/11/2018 3:25 PM
Author
Print | Email Notification    
OFFLINE
Post: 5,027
Location: NAVE
Age: 48
Gender: Male
8/11/2018 3:25 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Sono catechista da tanti anni e vorrei alcuni chiarimenti. Nella parrocchia che frequento è consuetudine leggere alla lettura del salmo: «Salmo responsoriale». Ho cercato di far notare che non è la formula corretta di proclamare la Parola, ma non è stato ben accettato e si continua a fare così. Inoltre, in alcune celebrazioni particolari (prima comunione, cresima…), alla presentazione dei doni si usa portare la frutta, il pane, le particole, il vino per l’Eucarestia, la Bibbia, la croce, il candelabro…
Da quello che mi risulta, secondo le norme, alla presentazione dei doni si portano il pane e il vino, elementi essenziali per la celebrazione, e dopo tutto il resto (di cui si può farne anche a mano). Vi chiedo se potete indicare secondo quale ordine di precedenza si portano i doni.
Un ultimo quesito: è corretto dire dopo la lettura del Vangelo fatta da un laico «Parola di Dio», oppure è più corretto dire «Parola del Signore» anche se questa viene proclamata in un qualsiasi contesto liturgico da un laico?
Dopo la lettura di un salmo si deve dire «Parola di Dio» oppure è corretto non dire nulla? Grazie di cuore.

Giancarlo


La prassi non è sufficiente a legittimare un uso scorretto, non è necessaria una proibizione. Salmo responsoriale, come Prima lettura, Seconda lettura, Canto al Vangelo, Vangelo sono rubriche! Infatti, sono scritte in rosso (dall’agg. lat. Ruber=rosso). Le rubriche che si attuano, non si leggono. Pressi scorretta che, dopo la riforma dei testi, rivela quanto sia ancora necessaria e urgente la formazione per riformare le teste, per imparare a celebrare. Non è certo un buon segno se durante la celebrazione è necessario dire ciò che si sta facendo.
Per quanto riguarda la processione offertoriale le norme sono chiare: oltre al pane e al vino «si possono fare offerte in denaro o presentare altri doni per i poveri o per la Chiesa, portati dai fedeli o raccolti in chiesa. Essi vengono deposti in luogo adatto, fuori dalla mensa eucaristica» (OGMR 73; cf anche 140). Si parla di doni reali e non semplicemente simbolici. Altri oggetti che non sono veri doni e alla fine ritornano al loro proprietario, costituiscono una finzione che non appartiene all’autentica liturgia cristiana. Si rischia di insinuare l’idea che il culto cristiano sia una «cerimonia» formale con il pericolo di dare vita a cristiani formali.
«Al termine delle letture, per rendere più facile l’acclamazione del popolo, si riportino, affidate al lettore, le parole “Parola di Dio (“del Signore”), o altra espressione simile, secondo le consuetudini locali”» (OLM 125). Queste acclamazioni, pertanto, non sono né insostituibili, né riservate al ministro ordinario o istituito. Infatti, per la lettura del Vangelo della passione, anche se è fatta da lettori laici si dice al termine «Parola del Signore» (cf Messale Romano p 122, n 23).
Il salmo responsoriale è certamente un testo biblico, «parte integrante della liturgia della parola» (OLM 19), ma la sua funzione precipua nella celebrazione liturgica non è tanto quella di proclamare un testo quanto piuttosto di trasformare l’ascolto della Parola in preghiera, anzi in canto. Un salmo non si legge, si prega! Pertanto sarebbe del tutto fuori luogo qualsiasi acclamazione finale. È sufficiente il responsorio possibilmente cantato (cf OLM 20).

Silvano Sirboni

Admin Thread: | Close | Move | Delete | Modify | Email Notification Previous page | 1 | Next page
New Thread
 | 
Reply
Cerca nel forum
Tag discussione
Discussioni Simili   [vedi tutte]

Home Forum | Bacheca | Album | Users | Search | Log In | Register | Admin
Create your free community and forum! Register to FreeForumZone
FreeForumZone [v.5.2] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 8:44 AM. : Printable | Mobile
Copyright © 2000-2020 FFZ srl - www.freeforumzone.com